.....Ultime news....

Obbligo monitoraggio dei consumi a partire dal 2018 e Diagnosi energetiche 2019

 

Come noto, il decreto legislativo 102/2014 - di recempimento della direttiva 2012/27/Ue sull'efficienza energetica - prevede l'obbligo di diagnosi energetica per le grandi imprese e le imprese a forte consumo di energia.

Nei diversi chiarimenti pubblicati nel corso degli anni sulle modalità di esecuzione di tali diagnosi, si faceva riferimento anche all'obbligo di adozione di un piano di misurazione e/o monitoraggio.

L'ENEA specifica che con ciò "si intende che nelle diagnosi successive alla prima (anno 2015) per le aree funzionali devono esserci contatori dedicati, ovvero non tanto un sistema di monitoraggio completo ad esse dedicate ma una 'strategia di monitoraggio' che, attraverso un'opportuna copertura di sistemi di strumentazione, di controllo e di gestione, faccia in modo che i parametri energetici ad esse relativi possano avere un'affidabilità crescente con la progressiva implementazione di detti sistemi".

Posto che, relativamente a tali diagnosi, i criteri generali sono definiti nell’alllegato II al Dlgs 102/2014 e nelle norme UNI 16247 1-4, tuttavia, le Linee Guida per il Monitoraggio nel settore industriale per le diagnosi energetiche ex art. 8 del d.lgs. 102/2014, pubblicate dall'ENEA l'11 maggio 2017, intendono suggerire un percorso che ha lo scopo di ottenere risultati confrontabili all'interno dei vari settori produttivi, consentendo analisi e valutazioni affidabili.

Le imprese soggette all'obbligo di misura

Le imprese alle quali si applicano le indicazioni riportate nelle Linee guida ENEA sono solo una parte di quelle soggette ad obbligo di diagnosi energetica.

Più precisamente si applicano:

 

  • alle imprese mono sito che nell'anno di riferimento abbiano avuto un consumo superiore a 100 TEP
  • alle imprese multisito, i cui siti siano classificati come industriali e che abbiano avuto un consumo maggiore di 10.000 TEP.

 

Nel caso di siti che abbiamo avuto consumi uguali o inferiori a 10.000 TEP, l'obbligo di miusura e/o monitoraggio si applicherà su una percentuale di essi, come da figura che 

segue.

Sono esclusi dall’obbligo di misura tutti i siti per i quali i consumi, nell’anno di riferimento, siano risultati inferiori alle 100 TEP.

Immagine incorporata 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inoltre elenchiamo di seguito

 

5 cose da sapere sull’Obbligo di Monitoraggio dei consumi

Nell’ultimo anno +39 Energy ha partecipato attivamente ai tavoli tecnici organizzati dall’ENEA, dove operatori del settore e aziende obbligate hanno redatto un documento con le linee guida sulla metodologia per la misurazione dei consumi, condivisibile e applicabile alla maggior parte delle diagnosi che dovranno essere effettuate nel 2019.

1 Cosa è cambiato?

Nel 2015 le Diagnosi Energetiche, secondo il d.lgs 102/2014, sono state redatte con dati stimati, nel 2019 sarà obbligatorio effettuarle con dati misurati, mediante il monitoraggio degli asset principali

2 Perché monitorare?

Monitorare diventerà obbligatorio per tutte quelle aziende che hanno effettuato l’Audit Energetico nel 2015 o che sono certificate secondo la norma ISO 50001.

L’obiettivo del piano di monitoraggio è disporre di dati confrontabili all’interno dei vari settori produttivi, che permettano analisi e valutazioni sempre più affidabili.

3 Come ed entro quando devo misurare i consumi?

Le misure dovranno essere conformi agli standard nazionali ed internazionali di riferimento (ISO, UNI, Protocollo IPMVP, etc).

Entro dicembre 2017, perché le diagnosi energetiche nel 2019 dovranno basarsi sui dati dell’intero 2018.

4 Chi può assistermi nella scelta?

Esco, EGE ed operatori del settore, perché hanno le competenze tecniche per capire i livelli di copertura ideali per rispondere all’obbligo normativo e per portare risparmi energetici ed economici rilevanti

5 Cosa faccio con i dati raccolti?

Adempiere all’obbligo secondo il d.lgs 102/2014, inserendo i dati raccolti nella Diagnosi Energetica.

Inoltre dotarsi di un software di analisi e monitoraggio è un passo fondamentale per tenere sotto controllo e analizzare i consumi energetici confrontandoli con variabili significative (ad esempio dati di produzione, pezzi prodotti).

 

 

 

ing. Vincenzo Triunfo
 
Esperto Gestione Energia certificato Accredia 0 N° 06_IND e 25 CIV
Membro commissione Energia Ordine ingegneri provincia di Napoli
 
 
+39 Energy srl
 
 triunfo@39energy.it - mob 3337505973 - 0810491723
 

 

>>Per ulteriori informazioni contattaci o CLICCA QUI<<

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© +39 Energy - Piazza degli Artisti, 7c - 80129 Napoli E-mail: +39@39energy.it Tel. 081.0491723 - fax 0293663793 - Partita IVA: 02320330208