Il passaggio dall'era dei combustibili fossili a quello delle risorse rinnovabili impone un cambio culturale nel modo di spostarsi, di produrre, consumare l'energia e fabbricare le merci
Il passaggio dall'era dei combustibili fossili a quello delle risorse rinnovabili impone un cambio culturale nel modo di spostarsi, di produrre, consumare l'energia e fabbricare le merci 

Superbonus - DETRAZIONE 110 % 

ATTIIVITA' DI CONSULENZA

 

 Scopo dell'attività di consulenza qui proposta consiste nell'affiancare il condominio per la scelta della migliore soluzione con l'obbiettivo finale di accedere al superbonus 110%.

 

A tal fine l'attività proposta si compone di due fasi:

 

la prima consiste nella verifica della sussistenza della condizione di fattibilità tecnica e sarà effettuata attraverso un sopralluogo e l'analisi di documentazione fornita dal condominio, relativa alle caratteristiche impiantistiche e costruttive dell’involucro (dati presenti nel libretto di impianto) e allo storico dei consumi per riscaldamento (da fatture e bilanci a consuntivo).

 

Inoltre, si effettuerà una ricognizione per evincere le eventuali criticità di tipo urbanistico amministrativo dell’edificio, rispetto alla normativa vigente.

 

La seconda fase dipende dalle risultanze della prima, ed è suddivisa in due attività come di seguito esplicitato.

 

a) Redazione Attestato di Prestazione Energetica convenzionale ante operam come previsto dalla legge

 b) Valutazione della capacità di poter effettuare gli interventi minimi per il doppio salto di classe

Le attività da svolgere nei precedenti punti sono riportate di seguito.

 

  1. sopralluogo da parte di tecnico abilitato presso l’edificio in oggetto comrpeso la centrale termica, acquisizione della relativa documentazione disponibile (libretto di centrale, eventuale relazione legge 10/91, rilievo della tipologia di impianto, fatture combustibile anni precedenti, etc.)

  2. verifica attraverso l'analisi dei dati rilevati durante il sopralluogo e di ulteriori documenti forniti dal condominio (fatture di fornitura, etc.) della fattibilità tecnica e della sussistenza della condizione di efficienza e proporzione dei costi da sostenere dell'intervento rispetto ai risparmi energetici potenziali. Nonchè elencazione e misura di eventuali abusi presenti nell’edifico.

  3. redazione di relazione tecnica da parte di tecnico abilitato e dell’APE ante operam convenzionale da cui risulti che, attraverso una serie di interventi elencati e realizzabili, sia possibile effettuare il doppio salto di classe energetica necessario per ottenere il superbonus del 110 %.

DOCUMENTAZIONE DA FORNIRE NECESSARIA AD ASSOLVERE L’INCARICO E A CARICO DEL COMMITTENTE

Per    l’espletamento    dell’attività    professionale   occorrerà    acquisire   almeno    la    seguente documentazione, distinta in documentazione amministrativa e tecnica.

AMMINISTRATIVA:                                                                                                                                                     

I.          Identificativi catastali dell’edificio

II.         Ubicazione dell’edificio

 

TECNICA:

III.        Rilievo geometrico dell’edifico in formato digitale (piante, prospetti e sezioni)

IV.       Caratteristiche ed ubicazione degli interventi strutturali eventualmente oggetto di progettazione contestuale ed integrata;

V.         Libretto di centrale, se l’impianto termico è centralizzato;

VI.       Libretto impianto termico, se l’impianto termico è autonomo, per ciascuna unità immobiliare;

VII.       Per la diagnosi energetica, laddove richiesta dal Committente o dalla legislazione vigente, occorre fornire almeno le bollette energetiche (gas o en. elettrica) delle ultime tre annualità di ciascuna unità dotata di impianto termico autonomo e/o dell’impianto termico centralizzato.

Il libretto deve essere compilato dall’installatore al momento della realizzazione dell’impianto termico, autonomo o centralizzato, o può essere successivamente compilato dal manutentore o terzo responsabile, come definito dal D.P.R. 74/13. Il libretto deve essere conforme al modello di cui         al         D.M.         10/02/2014.

Il         Ministero         dello         sviluppo         economico (https://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/assistenza/domande-frequenti/2034997-ape- attestato-di-prestazione-energetica-nuova-serie-di-faq) chiarisce che agli APE deve essere allegato il libretto di impianto comprensivo dei relativi allegati, tra cui anche un   rapporto di controllo di efficienza energetica (Allegato II) valido (cioè effettuato da meno di un anno).

Stampa Stampa | Mappa del sito
© +39 Energy - Piazza degli Artisti, 7c - 80129 Napoli E-mail: +39@39energy.it Tel. 081.0491723 - fax 0293663793 - Partita IVA: 02320330208